Anche l’acqua vuole la sua parte

l’acqua rappresenta, per un essere adulto, il 70 % della nostra costituzione; è quindi essenziale per le funzioni vitali e fonte alimentare principale di minerali. È un bene prezioso che può essere ricavato dal rubinetto di casa agli scaffali dei supermercati per necessità e bisogni di salute.

Acqua Naturale

Questo termini indica le acqua, non modificate artificialmente, ottenuto da sorgente al quale non sono stati aggiunti gas. La caratteristica distintiva delle acqua naturale sono il suo Ph varia tra 6,5 e 8 .

Acqua di Robinetto

 Nota comunemente come acqua potabile, l’acqua di rubinetto provoca sempre qualche dubbu in merito alle sostanze contenute.

 Possiamo con il dire che la composizione dell’acqua del rubinetto dipende dal tipo di sorgente di prelievo, ossia dal tipo di terreno dal quale proviene.

È chiaro, quindi, che per essere definita potabile, l’acqua del rubinetto deve superare una serie di controlli altamente accurati che ne definiscano i requisiti minimi, come per esempio l’assenza di microrganismi potenzialmente nocivi.

Tuttavia, rimane il fatto che l’acqua del rubinetto è senz’altro da considerarsi più ricca di alcuni sali minerali (sodio, calcio e bicarbonato  soprattutto)  il cui consumo deve essere monitorato in presenza di certe patologie.

Acqua Frizzante

Tutte le acque minerali naturali hanno una certa percentuale di anidride carbonica libera ma nella maggior parte dei casi non risulta percepibile al palato.

Per definirsi frizzante, però, le bollicine devono sentirsi e vedersi grazie ad un procedimento di gassatura artificiale che può essere più o meno elevata.

A differenza dell’acqua naturale, quella frizzante favorisce la digestione dopo pasti particolarmente abbondanti, mentre a digiuno inibendo la secrezione gastrica risulta indicata per chi soffre di problemi di acidità, di gastriti o di colon irritabile.

Acqua di Sorgente

 Denominata spring water dagli anglosassoni eau de source dai francesi, l’acqua di sorgente porta con sé le caratteristiche di purezza e freschezza provenienti dalle rocce e dai terreni profondi da cui sgorga naturalmente. Quella alpina è filtrata dagli strati terrosi e sabbiosi e privata degli inquinanti con peso specifico maggiore.

 Una delle caratteristiche principali dell’acqua di sorgente è quello di essere considerata quale acqua dinamizzata grazie alla sua intrinseca capacità di vitalizzare le cellule dell’organismo e di svolgere una funzione terapeutica per numerose patologie, a cominciare da quelle dei reni.

I criteri più importanti per la classificazione delle acque deve tener conto sono del suo  residuo fisso e il tipo di sali disciolti

Cosa è il residuo fisso ?

Questo dato, riportato sull’etichetta delle acque minerali con il termine “residuo fisso a 180°C” , ci dà una stima del loro contenuto in sali minerali.
Più questo valore è elevato e più sali sono disciolti in un litro. Tale dato si ottiene portando l’acqua ad una temperatura di 180°C; ciò che rimane dopo la completa evaporazione, e cioè la parte solida dell’acqua, rappresenta il residuo fisso.

Scegliere quindi l’acqua in base al gusto e soprattutto in base alla quantità e la qualità dei minerali che la costituiscono. È proprio grazie alla concentrazione di minerale che vengono classificate 4 tipi di acqua in base al RESIDUO FISSO:

  • Minimamente mineralizzate o povera di Sali ( residuo fisso < 50 mg/l)
  • Oligominerale o leggermente mineralizzata ( residuo fisso < 500 mg/l)
  • Mediamente mineralizzata ( residuo fisso tra 500 e 1000 mg/l
  • Ricca di Sali ( residuo fisso > 1500 mg/l)

 Acqua Oligominerali e medio minerali

 Bambini, adolescenti, adulti e anziani hanno bisogno di tipi di acqua diversi. 

Partendo dagli adulti:

  • chi pratica sport si consiglia un’acqua medio-minerale ricca in Calcio, Sodio, Potassio, Magnesio e Cloruri per mantenere in equilibrio le riserve idriche e minimizzare le perdite di minerali dovute all’esercizio e alla sudorazione intensa.
  • Chi ha la pressione che tende ad alzarsi dovrebbe invece orientarsi su un’acqua oligo-minerale, bere molto per favorire la diuresi e limitare il consumo di sale a tavola.

Per il bambino è spesso consigliata un’acqua medio minerale, ricca di Calcio, Magnesio e Fluoro per la crescita di ossa e denti forti.

L’adolescente invece dovrà orientarsi sempre su un’acqua medio-minerale come il bambino ma ricca di Calcio, Magnesio e Bicarbonato per favorire il mantenimento di ossa e denti forti e diventare un adulto sano.

Per  l’anziano sano prima di tutto deve bere per non rischiare la disidratazione e poi se beve acqua ricca di Calcio e Magnesio è tutta salute.

   Acqua ricca di Sali Minerali ( Acque speciali)

Leggere un’etichetta è il primo passo da fare per capire cosa si acquista, ma spesso, le “specifiche scientifiche”, lasciano spazio a definizioni poco conosciute. Riportiamo distintività delle acque in base ai Sali minerali.

  • Bicarbonati: (leggere l’etichetta ) HC03 superiore a 600 mg/ litro

 Questa ‘acqua minerale in cui il è ’ indicata per chi soffre di acidità di stomaco o di patologie renali, ma è molto utile anche per gli sportivi che devono affrontare il recupero muscolare, poiché il bicarbonato contrasta l’acido lattico.

  • Solfata: (leggere l’etichetta) il livello dei Solfati superiore a 200mg/litro.

Le acqua a maggior tenore di Solfati hanno la particolarità favorire le normali funzioni digestive e possono avere proprietà lassative. Indicata per chi soffre di insufficienze digestive, colon irritabile e colite spastica.

Acqua San Pellegrino

Acqua Boaro  fonte Essenziale

Acqua San Paolo

  • Ferruginosa : Il livello di ferro in quest’acqua è superiore a 1 mg/litro.

E’ consigliata per i soggetti che hanno un fabbisogno elevato di questo importante minerale, come neonati, adolescenti, sportivi e donne in gravidanza.

  • Calcica:  Il livello di calcio in questa tipologia di acqua è superiore a 150 mg/litro.

Aiuta le funzione dello stomaco e del fegato ed è indicata soprattutto nella crescita, per le donne in gravidanza e menopausa. A dispetto dei falsi miti sull’acqua, non provoca i calcoli renali.

  • Fluorata: contiene fluoro in misura superiore a 1 mg/litro

Aiuta a rafforzare la struttura dei denti ed è per questo indicata soprattutto per chi è in fase di crescita o soffre di osteoporosi. Le acque fluorate sono consigliate per prevenire le carie e per contribuire alla crescita e al mantenimento di denti forti. Inoltre sono consigliate anche nella prevenzione dell’osteoporosi.

  • Magnesiaca :Troviamo quantità di magnesio superiori a 50 mg/litro.

 Ha principalmente proprietà purgative e favorisce la dilatazione delle arterie. Inoltre favorisce il rilassamento dei muscoli ed è indicata generalmente nell’alimentazione di pratica assiduamente sport.Le acque ricche in Magnesio sono sia utili nel favorire la prevenzione delle problematiche cardiovascolari ma anche coadiuvanti indicati in caso di stress fisico e mentale. Il Magnesio infatti contribuisce alla normale funzione psicologica e al fisiologico funzionamento del sistema nervoso.

  • Clorurata Il livello di cloruro è superiore a 200 mg/litro. Ideale

per riequilibrare l’intestino, le vie biliari e quelle del fegato. Può avere anche funzioni lassative e purgative.

  • Sodica

Contiene sodio in misura superiore a 200 mg/litro. E’ indicata soprattutto per gli sportivi e, più in generale, per coloro che perdono molti liquidi tramite la sudorazione.

  • Acqua a basso contenuto di sodio ≤ 20 mg/ litro sodio

In quest’acqua il livello di sodio non supera i 20 mg/litro e pertanto è indicata per coloro che devono seguire diete povere di sodio, per chi soffre di ipertensione e ritenzione idrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *