Far felici vegani, amanti del Bio e del vino senza solfiti.

Vini Biologici

Se cercate vini biologici, dover accertarvi le uve dalle quale provengono rispettano alcune caratteristiche e vengono preservate da alcuni passaggi invasivi:

  • limite di inferiore di Solfiti
  •  manipolazione in cantine atte ad preservare le caratteristiche del prodotto di partenza.

Le condizione generiche per la viticoltura biologica. I limiti di solforosa totale per i vini biologici rossi secchi a massimo 100 mg/l, mentre per i bianchi secchi sarà massimo di 150 mg/l. si producono uve biologiche senza l’aiuto di sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) e senza l’impiego di organismi geneticamente modificati.

In cantina: si esegue la vinificazione utilizzando solo i prodotti enologici e i processi autorizzati dal regolamento 203/2012.

In ogni caso, l’azienda vitivinicola produttrice necessita di una certificazione di conformità da parte di un ente certificatore.

I vini biologici portano questo logo in quanto hanno soddisfatti tutti requisiti di base.


Puoi acquistare vini biologici siti specializzati su Tannico o callme wine.

Trovi informazione approfondite su vini biologico su biobank

Vini Vegani

Il derivato animale può nascondersi in molti modi e negli alimenti più insospettabili, soprattutto nella forma di quelli che sono detti in gergo tecnico “coadiuvanti tecnologici”. Si tratta di prodotti che vengono utilizzati nell’industria alimentare per favorire o portare a termine un processo di lavorazione del prodotto e che spesso vengono eliminati alla fine del processo.

Al di là del fatto che questa eliminazione non possa garantire l’assenza di tracce residue, il fatto che vengano utilizzate sostanze di origine animale nella lavorazione è in contraddizione con la scelta vegana o vegetariana, laddove sia fatta per motivi etici.

 Ma quali sono i coadiuvanti tecnologici utilizzati nel vino e a che cosa servono?

Sono i chiarificanti e cioè i prodotti che servono a rendere il vino trasparente eliminando le sostane in sospensione.

Come fanno a fare questo? Si tratta di proteine che agiscono come delle reti finissime che trattengono le particelle più grosse filtrando il vino.

L’industria si serve di differenti reti proteiche: albumina, caseina, colla di pesce, colla d’ossa, gelatina.

Per essere certo che il tuo vino sia prodotto con l’etica vegana verifica che ci sia uno di questi logo….

…fai la tua scorta di vini Vegani su Greenwine o su shop perlagewines

vini senza solfiti.

A cosa servono i solfiti?

Hanno una funzione antimicrobica e antiossidante. Si possono aggiungere in alcuni momenti della vinificazione per eliminare vari microorganismi e in fase di imbottigliamento per evitare che l’ossigeno che continuerà a passare attraverso il tappo di sughero, ossidi il vino.

È previsto dalla legge europea?

La recente normativa europea (Regolamento CE 606/2009) ha fissato il limite massimo dei solfiti presenti in un vino.

Vino rosso massimo 150 mg/ litro

Vino Bianco 200 mg / litro

Vini Dolci 200 -250 mg / litro

Per i Vini Biologici il tenore massimo è di 100mg/ litro per vini rossi i e 150 ml vini bianchi.

Ricordiamo che tutti vini contengono solfiti naturali, in minima quantità prodotto naturalmente durante le fermentazione sono molto efficace per le conservazione del vino.

Al di sotto dei 10 mg / litro di solfiti aggiunti, vengono considerati vini senza solfiti, e sulla loro etichetta in bottiglia possono omettere la dicitura “contiene solfiti”.

Questo Logo indica l’assenza di solfiti in un vino.

Possono causare problemi di Salute?

Si, oltre la soglia consentita.

Alcune persone (1% della popolazione mondiale) sono intolleranti o allergiche o particolarmente sensibili, per questo, è obbligatorio indicare in etichetta” contiene solfiti” sé è presente oltre 10mg/litro. Tra i sintomi di chi non tollera i solfiti nel vino, ci sono mal di testa o mal di stomaco (neanche del tutto accertati). Nei casi più comuni e meno problematici, mentre nei soggetti affetti da asma va tenuta in considerazione l’eventualità di qualche respiro affannoso e tosse.

Iscrivity alla Newsletter Drop!

4 pensieri su “Far felici vegani, amanti del Bio e del vino senza solfiti.”

  1. La frase <> non è corretta perché al di sotto dei 10 mg/litro si trova scritto in etichetta “senza solfiti” che non significa proprio senza ma senza solfiti aggiunti e con una quantità inferiore ai suddetti 10 mg/lt

    1. Buongiorno Signore Pugliese, come spiegato nell’articolo i solfiti sono, in minima parte presente nel vino in quanto prodotti naturalmente dall’attività di fermentazione. Noi intendevamo comunque solfiti “aggiunti”. Grazie per la segnalazione.
      Saluti
      Italiandropteam

  2. Inoltre, nella recente normativa europea (Regolamento CE 606/2009), il limite massimo per i vini biologici non è 100 mg/lt per tutti ma 100 per i rossi e 150 per i bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *